Partito primo lotto della Casa della Cultura

23/10/2017

Partito primo lotto della Casa della Cultura
E' partito il primo lotto dei lavori per la costruzione della Casa della Cultura, che sorgerà in via del Popolo. La realizzazione dell'opera è stata deliberata dalla Giunta comunale, guidata dal sindaco Sirena Rapattoni, la quale afferma che l'opera sarà conclusa nel primo semestre 2018.
Ad eseguirli è la ditta "Edil 3D di Donara Luigi&C srl”, di  Fabrica di Roma (Viterbo) che si è aggiudicata l'appalto con un ribasso d'asta del 14%. I lavori del primo lotto, per un importo di circa 200mila euro,  dovranno essere conclusi nel giro di 4 mesi.  “Il fabbricato che ospiterà la Casa della Cultura - spiega Rapattoni - è stato già costruito al grezzo da un’impresa che è fallita. L’immobile è tornato nella disponibilità del Comune e, non essendo stata realizzata nella sua interezza dalla ditta,  abbiamo provveduto ad escutere la polizza assicurativa per un totale di 310 mila euro. Tale somma da utilizzare nell'anno 2018 servirà a finanziare il completamento dell'opera che, tempi tecnici permettendo, auspichiamo possa concludersi entro il primo semestre del prossimo anno.  Attraverso questo intervento di riqualificazione, un manufatto grezzo, rimasto nel degrado per tanti anni, tornerà a vivere e si trasformerà in un luogo di aggregazione per i giovani e gli anziani di Cepagatti e delle zone circostanti, nella convinzione che la socialità e la cultura  rafforzino l'identità di una comunità e il senso di appartenenza a un territorio”.
La Casa della Cultura sarà una struttura polifunzionale aperta al pubblico, che avrà la socializzazione come denominatore comune di tutti gli spazi. Ci saranno percorsi espositivi, laboratori musicali, una sala polifunzionale per conferenze, convegni, proiezioni, rassegne teatrali e assemblee cittadine, una biblioteca potenziata con sistemi multimediali e un internet point. Sarà dotata di ampie vetrate immaginate per “dialogare” con lo spazio esterno che ospiterà un parco letterario dove passeggiare, leggere e socializzare.
Il progetto per la realizzazione della Casa della Cultura è stato redatto dall’architetto Nicola Damiano Guida Falco.